Scegliere lo specchio giusto, da parete, da arredo, da terra: ecco qual è il migliore

0
174
Ecco come scegliere lo specchio giusto
Ecco come scegliere lo specchio giusto

In questo articolo vi daremo qualche dritta per scegliere lo specchio giusto per il tuo ambiente. Lo specchio è un oggetto che non può mancare nelle nostre case. Esistono diverse tipologie di specchi: da parete, da terra, da arredo, illuminati per il bagno.

Lo specchio è indispensabile per la cura personale, per il bagno, da tenere all’ingresso per specchiarsi prima di uscire di casa. Tuttavia lo specchio può diventare anche un oggetto di arredo, definire l’atmosfera di una stanza, determinarne il carattere.

Vediamo insieme come scegliere lo specchio giusto per la vostra casa.

Lo specchio per l’ingresso

Esattamente come per qualsiasi altro complemento d’arredo, lo specchio è in grado di determinare il carattere della stanza, di definirne lo stile. Lo specchio posto all’ingresso ha anche una sua utilità molto importante, ci permette di prenderci cura di noi. E’ qui che ci soffermiamo prima di uscire di casa per aggiustare il trucco e i capelli.

L’ingresso è anche la zona della casa che rappresenta la prima impressione, un biglietto da visita quando qualcuno entra in casa nostra. Avere uno specchio appeso sopra una consolle di design o appoggiato a terra rende l’area ingresso tutt’altro che banale.

Lo specchio ha un altro vantaggio, allunga lo spazio visivamente e lo rende più grande, quindi per gli ingressi piccoli è perfetto tenere uno specchio che dia questo effetto ottico.

Lo specchio per il bagno

Uno degli oggetti che non possono mancare nel bagno è proprio lo specchio, fondamentale per prendersi cura di sé, per la propria beauty routine. Lo specchio per il bagno deve essere bene illuminato, sia con dei faretti che con la retroilluminazione.

Esistono specchi per il bagno dotati di una mensola, in modo da contenere gli oggetti essenziali.

Le dimensioni dello specchio devono adattarsi alla larghezza del lavandino o al mobile lavabo. Di solito è preferibile montare gli specchi a parete e sfruttare l’intero spazio a disposizione, perché questo dà profondità all’ambiente.

Lo specchio da camera da letto

Per quanto riguarda lo specchio per la camera da letto ci sono due filosofie differenti. C’è chi non vuole assolutamente uno specchio in camera da letto, specialmente gli amanti del feng shui, l’arte di arredare casa di origine giapponese. C’è chi per motivi di praticità sceglie un armadio con le ante a specchio, per sfruttare spazio nel miglior modo possibile.

Ci sono alcune regole da rispettare per la scelta dello specchio nella camera da letto. Lo specchio non deve essere collocato di fronte al letto né sopra il letto. E’ possibile posizionarlo su una cassettiera se si ha lo spazio a disposizione, questo darà un tocco di design all’ambiente.

Lo specchio nella camera da letto deve essere sia estetico che funzionale, cioè diventa un oggetto d’arredo e allo stesso tempo utile per controllare il proprio aspetto mentre ci si veste.

Lo specchio da arredo: materiali, forme e come posizionarlo

Esistono diversi tipi di specchio: con la cornice in legno, specchi da parete, specchi da terra, specchi dalla forma rettangolare, quadrata, rotonda o da forme irregolari.

Per posizionarlo correttamente, lo specchio va tenuto a circa 170 cm da terra, ma va considerata anche la propria altezza per scegliere lo spazio adatto.

Se lo specchio assolve la sua funzione estetica e non a quella pratica, potete posizionarlo dove meglio credete, senza badare all’altezza corretta per voi.

Nel caso in cui lo specchio venga posizionato sopra un mobile è importante rispettare le misure di quest’ultimo, per un aspetto armonioso.

Anche per quanto riguarda la scelta di colori e di materiali dello specchio, bisogna tenere in considerazione l’aspetto dell’intero ambiente, in modo da creare un’atmosfera accogliente.